Enrico Pambianchi

Dicono di lui

dedica-a-enrico

Queste immagini mi ricordano il Rauschenberg degli anni ’60, ma un passo avanti

Un visitatore della Galleria La linea, settembre 2015

…L’artista è impegnato in un’indagine psicologica, svolta attraverso il ritratto. Pambianchi, forse rifacendosi alle abitudini di alcuni grandi geni del rinascimento, trascorre le ore che precedono l’alba a ispezionare, dissociare e sezionare immagini di individui al limite, con caratteristiche al confine tra l’umano e il paranormale, lo psicotico e il diversamen-te intelligente. Ciò che rimane da questi studi notturni sono nuove realtà che prendono vita da una immagine fotografica ingrandita e riportata come disegno o collage all’interno di una scena concepita come progetto irrealistico o immaginario.

Elena Bertelli, centro studi Dante Bighi

in collezione sgarbi

il ritratto di Vaccari e il San Sebastiano di Pambianchi nella Collezione Cavallini – Sgarbi

Marielle Bouchard, 30 aprile 2018 JAPANESE PULP

pourquoi la galerie a voulu faire une expo de les oeuvres de Enrico Pambianchi?

La galerie Marielle Bouchard est une jeune galerie qui a ouvert ses portes en mars 2017. Elle a cependant une ambition nationale et internationale.
Enrico Pambianchi est un artiste majeur de la galerie et l’ouvre à l’Italie.
La technique mixte déployée par l’artiste et l’iconographie de ses peintures sont d’un grand intérêt pour le champ de l’art contemporain. Une véritable cohérence se dégage de son travail depuis des années. Celui sur le Japonn’y déroge pas. Ce catalogue en est la preuve.

[ perchè la Galleria Marielle Bouchard ha voluto esporre le opere di Enrico Pambianchi?
M.B. : “La galleria Marielle Bouchard è una galleria giovane che ha aperto a marzo del 2017 con un’ambizione nazionale e internazionale.
Enrico Pambianchi è il pittore che principalmente rappresenta, all’interno della galleria Bouchard, l’attuale panorama artistico italiano. La tecnica mista utilizzata dall’artista e l’iconografia dei suoi dipinti sono di grande interesse per il campo dell’arte contemporanea. Il lavoro di questo periodo è il frutto coerente di un percorso di ricerca che dura da trent’anni. Questa raccolta di opere dedicate al Giappone ne è la dimostrazione e il catalogo della mostra, la prova.” ]